Norme

Normativa di riferimento

Le norme che regolano il rapporto “alla pari” si ispirano al tattato Europeo del 24/11/1969 che stabilisce i principi da osservare in materia e alle regole di condotta dettate dalla Associazione internazionale di categoria IAPA.
Celtic Childcare è autorizzata a svolgere le proprie funzioni dal ministero del lavoro ai sensi del DLGS 276/2003 (prot- 107/RS).

Attività

Il nostro è un programma per ragazze/i che vogliono vivere un’esperienza ed imparare la lingua, gli usi e costumi del Paese o, più semplicemente, conoscere un nuovo stile di vita. Essere una/un ragazza/o alla pari significa vivere all’interno di una famiglia, prendendone attivamente parte in cambio di un lavoro da babysitter. La tua esperienza con i bambini può essere minima, derivare dall’aver fatto regolarmente babysitting o dall’aver accudito fratelli minori.
Come è ovvio il soggiorno non sarà una vacanza ma offre ugualmente moltissimi momenti di svago. Le ragazze/i alla pari conoscono nuovi amici, visitano luoghi interessanti e, allo stesso tempo, incrementano notevolmente le loro competenze linguistiche.

Ospitalità

Le ragazze/i hanno un’età compresa tra i 18 e i 45 anni e possono essere paragonate, funzionalmente, a dei membri della famiglia che aiutano in casa. Vanno quindi trattate con affetto e cordialità. Essa riceverà vitto e alloggio (possibilmente in camera propria) e una cifra mensile per le sue spese personali (argent de poche) compresa nelle condizioni economiche illustrate di seguito. La ragazza/o avrà inoltre diritto a seguire le funzioni della propria religione.

Periodi, festività e orari

Il periodo di permanenza nella famiglia varia dai 3 ai 12 mesi, o dai 1 ai 4 nel periodo estivo ed è possibile partire in qualsiasi momento dell’anno. La ragazza/o lavora al massimo 5 ore al giorno, per un totale massimo di 30 ore a settimana (au-pair) o al massimo 8 ore al giorno per un massimo di 45h alla settimana (mothers help), ha diritto ad un giorno e mezzo di pausa dal lunedì al venerdì, oppure all’intero week-end. Sono previsti un massimo di due babysitting serali settimanali.

Spese

IDevono essere sostenute dalla ragazza/o le spese relative al viaggio di andata e a quello di ritorno. Non è obbligo della famiglia sostenere, in toto, le spese per un costo del corso di lingua, nel caso sia richiesto dall’ospite.
Una volta a destinazione rimarranno a carico della ragazza/o tutte le spese relativa alla cura personale, all’acquisto di vestiario e allo svago.

Assicurazione, permessi, Carta sanitaria

I cittadini europei hanno il diritto di usufruire gratuitamente di assistenza medica e di pronto soccorso in tutta Europa, esattamente come i cittadini del paese ospite. Esistono alcune eccezioni come ad esempio i trattamenti dentari. L’assicurazione privata è obbligatoria per i cittadini al di fuori dell’Unione Europea e per viaggio all’esterno dell’Unione europea. Per i cittadini Comunitari e’ valida l’assicurazione sanitaria del servizio sanitario nazionale, per usufruire della quale la ragazza deve essere munita della carta sanitaria rilasciato nel paese di origine. Presentando detto modulo all’USSL di zona, le verrà rilasciato un documento valido per 12 mesi e rinnovabile ed in allegato l’elenco dei relativi dottori di riferimento. I cittadini extra UE possono acquistare un’assicurazione privata tramite il loro agente prima di venire in Italia.

Annullamento, assistenza

Per qualsiasi tipo di aiuto durante il soggiorno, è possibile rivolgersi alla famiglia e all’agente nel paese ospite. Nel caso in cui l’ospite non si trovasse bene con la famiglia ospitante potrà chiedere di cambiarla. In ogni caso è richiesto un preavviso di 14 giorni, per dare modo all’agenzia di trovare un sostituto/a.

Sicurezza

Per garantire la sicurezza dei nostri au-pair inviamo agenti dalle famiglie ospitanti per verificare che sia tutto in ordine prima che possano candidarsi per accogliere i ragazzi. Prima di partire verranno messi in contatto telefonico la famiglia ospitante e la ragazza, in questo modo avranno l’occasione di capire se si troveranno bene insieme.

Legge antiterrorismo

La famiglia è tenuta a denunciare presso il commissariato di zona l’ospite entro 24 ore dal suo arrivo, precisando che la stessa è ospite della famiglia allo scopo di apprendere e perfezionare la lingua italiana (denuncia antiterrorismo).

Funzioni di un'au-pair

In linea di massima, la ragazza alla pari si occupa di tutte le attività legate alla cura dei bambini. Non solo, quindi, della loro gestione diretta (pulizia, custodia, pasti, giochi, passeggiate ai giardini ecc.), ma anche di tutte quelle attività connesse che possono svolgersi in assenza dei bambini: riordino e pulizia della camera dei bambini, tenuta del loro guardaroba e biancheria (lavare e stirare le piccole cose dei bambini).
La ragazza alla pari deve anche, in aggiunta al suo normale orario di lavoro, assicurare il baby-sitting serale (che va inteso come semplice custodia, senza svolgimento di lavori veri e propri) per due sere alla settimana. Le altre sere sono invece completa disposizione della ragazza.
Per ogni 6 mesi di permanenza la ragazza avrà diritto a 10 giorni di ferie retribuite, e tutte le festività nazionali libere o recuperate o compensate da pagamenti extra.

Au-pair

Alla ragazza alla pari è richiesto, per lo svolgimento delle mansioni indicate in precedenza, un impegno lavorativo di 30 ore settimanali (in linea di massima, ripartito in 5 ore al giorno) Alla ragazza deve essere consentito di seguire, nel suo tempo libero e, qualora lo desideri, un corso di lingua italiana per stranieri.

Compenso minimo: 300€ mensili

Ore di lavoro settimanale massime: 30h

Tutore

Un tutore segue i bambini o soltanto i genitori sul insegnamento dell’ inglese/francese tedesco, sono ragazze/i che hanno un’ottima preparazione per l’insegnamento della loro lingua, la maggiore parte hanno un certo livello di educazione, avranno una laurea ed anche un master. Tanti hanno già insegnato nel loro paese. Deve esser loro concesso di seguire un corso per imparare la lingua italiana. Non svolgono lavori domestici ma possono aiutare come farebbe un membro della famiglia.

Compenso minimo: 400€ mensili

Ore di lavoro settimanale massime: 30h

Mothers help

L' "aiuto alla mamma" è una ragazza disposta a fornire alla famiglia un aiuto maggiore, sia nella cura dei bambini sia nelle faccende domestiche. Le condizioni sono le medesime delle ragazze alla pari, eccezion fatta per le ore lavorative ed il compenso.

Compenso minimo: 600€ mensili

Ore di lavoro settimanale massime: 45h

Nanny

Le puericultrici hanno una specifica preparazione professionale nella cura dei bambini attestata o da un relativo diploma, o dall’esperienza acquisita di almeno un anno di lavoro presso famiglie, asili-nido, ospedali pediatrici.
Poiché l’orario e le mansioni variano da famiglia a famiglia, di conseguenza anche la retribuzione è variabile (da 1200€ a 2000€ mensili).

Compenso minimo: 1200€ mensili

Ore di lavoro settimanali: variabili

Babysitter

Sono ragazze di madre lingua che svolgono le stesse mansioni delle ragazze alla pari ma
non risiedono nell’abitazione della famiglia.

Compenso minimo: 600€ mensili

Ore di lavoro settimanali minime: 17h

Compenso minimo: 1100€ mensili

Ore di lavoro settimanali minime: 36h

Compenso minimo ore extra: 8€ (10€ se serali)

Insegnanti non residenti in famiglia

Sono ragazze di madre lingua inglese che non risiedono nell’abitazione della famiglia ed insegnano la lingua inglese ai bambini.

Compenso minimo: 15€/h

Compensi di registrazione

Per il lavoro di ricerca e di mediazione (e relative spese) la famiglia dovrà corrispondere
125€ compreso Spese annui (dodici mesi) a Celtic Childcare.

Au-pair / Mothers help / Nanny / Tutore

Per soggiorni fino a 5 settimane: 290€ compreso Spese;
Per soggiorni fino a 4 mesi: 450€ compreso Spese;
Per soggiorni più lunghi: 790€ compreso Spese;
Nel caso di una ragazza/o australiana che si ferma per più di 4 mesi sono richiesti 150€ extra.

Babysitter

Entro le 5 ore giornaliere: 430€ compreso Spese;

Oltre le 5 ore giornaliere: 700€ compreso Spese.

Insegnanti non residenti

Per un insegnante non residente: 250€ compreso Spese.

Modalità di pagamento

Le spese di registrazione vanno corrisposte all’atto iniziale delle ricerche, mentre il compenso per il servizio richiesto va versato entro due settimane dal conferimento dell’incarico. Ci impegnamo a svolgere con la massima serietà il suo servizio di ricerca e presentazione delle candidate, suggeriamo tuttavia alla famiglia ospitante di controllare personalmente le referenze delle candidate in quanto decliniamo ogni responsabilità sulla scelta finale della famiglia.
Se entro le prime sei settimane di soggiorno sorgessero problemi così gravi da rendere impossibile la permanenza della ragazza, ci impegnamo a cercare una sostituta senza ulteriore aggravio di spese.

Registrazione

Ora siamo pronti, non vi resta che compilare il form d'iscrizione!

REGISTRATI